sabato 11 febbraio 2012

Ampio risalto sui giornali della recente iniziativa del WWF Trieste

Ecco gli articoli apparsi sul quotidiano Il Piccolo e sul quello online Bora La. it

Rifiuti, Wwf e Comune si “alleano” - Sul sito dell’associazione le risposte ai dubbi più frequenti sulla differenziata 
 
Dove portare i rifiuti ingombranti, che non possono essere abbandonati nei cassonetti, e gli scatoloni di cartone? Quali accortezze seguire per raccogliere correttamente carta e del vetro? A queste e tante altre domande simili risponderà d’ora in poi lo “Sportello rifiuti”, il portale raggiungibile entrando nel sito del Wwf denominato http://wwftrieste.blogspot.com/, presentato ieri dall’assessore comunale all’Ambiente, Umberto Laureni, e dal presidente dell’organizzazione ambientalista di Trieste, Alessandro Giadrossi.
«La collaborazione fra Comune e Wwf è un esempio che va diffuso – ha spiegato Laureni – e il portale predisposto è un reale esempio di intesa finalizzato al bene comune». Giadrossi ha ricordato che «il problema dei rifiuti è sempre molto complesso. Con questa iniziativa, intendiamo migliorare l'informazione a favore dei triestini sul questo fronte. In una pagina del nostro sito, realizzata in collaborazione con il Comune – ha aggiunto - si possono assumere informazioni utili per lo smaltimento di qualsiasi tipo di rifiuto. Bisogna puntare al riuso con l’obiettivo di ridurre al minimo la cultura dell'usa e getta. In particolare, è il settore alimentare a produrre una serie di rifiuti che potrebbero essere riutilizzati invece di andare a finire nei cassonetti. Ci sono poi beni ingombranti – ha proseguiti Giadrossi - che vanno gestiti nella maniera più corretta. Il recupero del settore edilizio e' altrettanto utile, perché si può recuperare una buona parte di ciò che viene smaltito nelle ristrutturazioni e nelle demolizioni. Per arrivare a modifiche nel comportamento collettivo – ha concluso - bisogna partire dal basso». Paolo Dal Maso, responsabile della Divisione Ambiente dell’Acegas Aps ha evidenziato inoltre che «l’approccio culturale è fondamentale per un corretto smaltimento dei rifiuti. E’ necessario pensare al riuso, magari sotto altre forme. Anche nel sito dell'Acegas Aps – ha ricordato - si trovano indicazioni che possono essere utili per tutti. Questa è un'iniziativa lodevole che va incrementata e la collaborazione con il Wwf rappresenta una risorsa importante».
(u.s.)
IL PICCOLO - VENERDI', 10 febbraio 2012

Quotidiano Online Bora La.it

In arrivo “Sportello rifiuti”, un nuovo portale web su raccolta differenziata, riciclo e rifiuti

di Redazione
Un ulteriore, nuovo aspetto dell’ampio ventaglio di iniziative che il Comune di Trieste sta attualmente dispiegando nel settore della raccolta differenziata dei rifiuti e del riciclo è stato illustrato  ieri in Municipio dove è stato ufficialmente presentato l’avvio di una specifica collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e il WWF locale su questo tema.
E’ stata annunciata l’apertura di un nuovo portale web, curato appunto dal WWF in collaborazione con il Comune, che, con la denominazione “Sportello rifiuti” (e l’indirizzo wwftrieste.blogspot.com).
Sul portale si troverà di tutto e di più sia sul riuso di vari tipi di materiali recuperabili che sul conferimento e riciclo dei rifiuti. Con tante soluzioni e suggerimenti per riparare oggetti “in proprio” (come selezionarli, pulirli, utilizzarne singoli componenti, acquistare e vendere l’usato ecc.), ma anche con molti indirizzi e recapiti di negozi e laboratori artigiani per piccole riparazioni – oggi sempre più numerosi e ritornati “di moda” – ai quali rivolgersi.
Ad arricchire il sito provvederanno alcuni studenti che svolgono un periodo di tirocinio presso il WWF o che stanno approfondendo per la tesi di laurea questi argomenti.
Nel nuovo “portale” vi saranno naturalmente anche tutti i riferimenti riguardanti i “centri di raccolta” di rifiuti ingombranti o pericolosi, il ritiro di rifiuti pesanti a domicilio, il Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti ecc.
venerdì 10 febbraio 2012


Nessun commento:

Posta un commento