venerdì 20 maggio 2011

22 MAGGIO: GIORNATA OASI WWF - A TRIESTE ALL’OASI DI MIRAMARE

100 aree naturali moltiplicato per 40 anni di lavoro al servizio della natura, quanto fa?
Fa migliaia di persone che ogni anno sostengono il WWF, ne condividono gli ideali e gli sforzi per tutelare scrigni di biodiversità italiana e quindi festeggiano nel giorno dedicato alle OASI, facendo visita all’oasi sotto casa, o magari a una più lontana spinti dalla curiosità di scoprire qualcosa di nuovo, di fare qualche incontro insolito, di assaggiare un prodotto delle Oasi. Anche Miramare è parte di questa rete di oltre cento oasi naturali gestite dal WWF Italia, e anche quest’anno si sta preparando ad accogliere triestini e turisti per far conoscere la biodiversità che protegge da 25 anni nel Golfo di Trieste. Sono diverse centinaia ogni anno i visitatori che arrivano da tutta la Regione a Miramare in occasione della Giornata delle Oasi e che approfittano della Festa per visitare la riserva per la prima volta o per partecipare a una delle iniziative che vengono proposte i questo giorno speciale.

Domenica prossima lo staff del WWF sarà a disposizione dalle 10 alle 18 per accogliere i visitatori e dare informazioni sul percorso multi-sensoriale del Centro Visite e sugli organismi ospitati negli acquari, mentre per i più sportivi alle 10 partirà una passeggiata guidata lungo il sentiero Natura, un percorso naturalistico che da Miramare arriva al borgo di Contovello, sull'altipiano carsico con una passeggiata attraverso i terrazzamenti di vite e olivo, aree di boscaglia carsica, e ottimi panorami verso il Golfo di Trieste e lo stesso promontorio di Miramare, dove spicca il bianco Castello asburgico e il Castelletto, sede dell'Area Marina Protetta.
La zona, che si attraverserà durante l’uscita, è eccezionale per la ricchezza di specie vegetali (da quelle coltivate o inselvatichite a quelle della boscaglia carsica) e per la frequente presenza di specie dell'avifauna.
L'escursione durerà fino alle 13 circa,  sono consigliate scarpe chiuse gommate e il binocolo.

La scelta di questo itinerario è legata al tema di quest’anno: la giornata infatti è ispirata all’Anno internazionale delle Foreste che si celebra nel 2011, e a questo tema è legato anche il contributo che il WWF chiede al pubblico: un aiuto per salvare tre boschi italiani di grande valore naturalistico e allo stesso tempo tra i più minacciati del nostro territorio: i Boschi di Marzagaglia in Puglia, dove querce rare, ulivi secolari, vigneti e masserie sono inframmezzati da strade e minacciati da tagli e pascoli; un’area prossima alla Riserva naturale di Valpredina, sulle Prealpi bergamasche, un cuore verde di roverelle e carpini dove nidificano oltre 50 specie di uccelli, che oltre a essere mira dei bracconieri è minacciata dall’ampliamento delle aree di caccia circostanti; il bosco umido di Foce dell’Arrone, sul litorale laziale, che è sopravvissuto all’urbanizzazione devastante dell’area ed è uno degli ultimi esempi di com’era un tempo la costa tirrenica. 

Contribuire è molto semplice: fino al 29 maggio sarà possibile donare 2 euro inviando un SMS al numero 45507 da cellulari TIM, Vodafone, Wind e 3, o chiamando lo stesso numero da rete fissa Teletu; oppure 2 o 5 euro per ogni chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Fastweb e Infostrada. Sarà inoltre possibile donare presso gli oltre 7800 sportelli automatici (ATM) UniCredit su tutto il territorio nazionale. I fondi raccolti saranno utilizzati per acquisire le tre aree e dare vita a nuove Oasi WWF a patrimonio di tutti.

Nessun commento:

Posta un commento