venerdì 19 giugno 2015

Porti Magici

Una stretta linea, tra mare e terra si snoda sulla mappa del golfo di Trieste; una linea, nel tempo, trasformata in impalpabile confine. Porti Magici è il nuovo approdo, il luogo dell’incontro tra memoria e contemporaneità, natura ed arti performative:
3 porti, 3 eventi 3 racconti
3 luglio - 16/17 luglio - 3 ottobre 2015

Il progetto Porti Magici, al quale partecipa anche il WWF Trieste, ha per obiettivo la valorizzazione della stretta fascia di territorio tra il mare e l’altipiano carsico, ricca di storia e cultura che, se non per singole località, è poco conosciuto e insufficientemente valorizzato. Infatti, sebbene storicamente molti dei paesi posti sull’altipiano in passato avessero una stretta relazione con i relativi approdi a mare, oggi questo scambio, anche nella memoria collettiva, tende a sbiadirsi. Per contro i nuovi insediamenti turistici stentano a trovare una propria identità e rapporto con il territorio

circostante, altri, nati per un preciso scopo commerciale ed industriale, perdendo la propria funzione originale, sono al limite dell’abbandono, creando, di fatto, un vero confine tra mare e terra, un limbo spesso inaccessibile.

Ed è proprio lungo questa linea sottile, per le sue caratteristiche geofisiche (i costoni scoscesi), antropomorfiche (gli insediamenti turistici, la privatizzazione) e commerciali, il luogo dove s’intende proporre degli itinerari ed eventi interdisciplinari. Attraverso la ricerca e l’analisi delle esperienze storiche, culturali e sociali, ricreare i punti d'incontro tra le persone e il luogo, tra la memoria, la contemporaneità e la proiezione futura. Seguendo questo filo conduttore, ogni luogo ospiterà un evento, spaziando dall’arte visiva alla letteratura, dalla scienza alla musica e le performing arts in genere. Porti Magici si rivolge a tutte le fasce d’età offrendo diverse esperienze e dando la possibilità d’interpretare, esprimersi ed interagire in maniera creativa e innovativa, contribuendo così alla salvaguardia e la trasmissione della cultura del territorio: approdi/approcci ai porti che ne restituiscono la cultura, la natura, l’energia e la bellezza.

Nessun commento:

Posta un commento