lunedì 10 marzo 2014

Dove butto le pile scariche? Facile, nel contenitore davanti alla scuola

WWF Trieste e Acegas-Aps insieme per un’iniziativa rivolta ai bambini. delle scuole dell’infanzia statali e delle scuole primarie  situate nel Comune di Trieste

“Progetto pile” è un’iniziativa nata dalla collaborazione tra WWF Trieste e Acegas-Aps a sostegno della raccolta differenziata di materiali d’uso comune, come le pile esauste. Con questa iniziativa si intende arrivare, tramite i bambini, alle famiglie, per sensibilizzarle sulla necessità che le pile esauste siano conferite negli appositi contenitori, in modo da evitare la dispersione nell’ambiente di sostanze pericolose.
Hanno aderito all’iniziativa 12 scuole primarie e del’infanzia, con il coinvolgimento di circa 750 bambini.
Ad ogni bambino sono stati consegnati un fascicolo informativo, un gioco da tavolo a tema e un questionario per le famiglie. I dati raccolti in forma anonima saranno utili per migliorare il servizio. Il fascicolo informativo contiene il racconto di Bat-Terry  - una sorta di supereroe, che si batte per la protezione delle pile – e alcune schede informative sulle pile e sui danni ambientali causati da un loro errato smaltimento. Il materiale didattico è stato curato dal WWF Trieste.
A completare il progetto provvederà l’Acegas-Aps, che collocherà nei prossimi giorni un raccoglitore per le pile esauste davanti alle scuole, in modo da facilitare ai bambini il conferimento delle pile scariche. Troppo spesso le persone, per scarsa conoscenza della pericolosità o perché non sanno dove trovare i contenitori appositi, gettano le pile nel cassonetto dei rifiuti indifferenziati. Le scuole diventeranno così un punto di smaltimento facilmente individuabile dai bambini e dalle loro famiglie.
L’iniziativa si concluderà con un concorso sul tema dell’inquinamento ambientale da rifiuti, intitolato “Il mondo che vorrei e quello che non vorrei”. I lavori di gruppo realizzati dai bambini  saranno presentati al pubblico nel mese di maggio
Inutile sottolineare il ruolo insostituibile degli insegnanti che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa. Senza il loro paziente e prezioso impegno questo progetto non sarebbe stato possibile.
Maggiori informazioni QUI 

Nessun commento:

Posta un commento