venerdì 13 dicembre 2013

Specie Natura 2000, tre incontri su tartarughe, cetacei e uccelli marini

Comincia martedì prossimo la serie di tre incontri scientifico-divulgativi sulle specie Natura 2000 protagoniste del Golfo di Trieste, organizzata dall'Area Marina Protetta di Miramare. 
Il primo incontro, martedì 17 dicembre, sarà dedicato interamente alle tartarughe marine, e si avvarrà della presenza di più esperti anche per parlare della recente moria di Caretta caretta dell'Alto Adriatico. 

A gennaio invece gli altri due appuntamenti, per parlare di delfini e balene e poi di uccelli marini, sempre con ospiti tra ricercatori, biologi e censitori che si occupano di monitorare le specie di cui tratteremo. 
Gli incontri sono aperti e rivolti a tutti gli interessati, dureranno circa due ore dalle 16 alle 18, e si terranno presso l'Università di Trieste (via Giorgieri, 1, AULA MAGNA Ed. C11- Dipartimento di Chimica) 

Ecco i dettagli del primo incontro: 
TARTARUGHE MARINE IN ALTO ADRIATICO: PROTOCOLLI DI INTERVENTO E MONITORAGGIO DELLA SPECIE 
MARTEDI’ 17 DICEMBRE 2013, ore 16 -18
La conferenza ha come fine quello di sensibilizzare e informare il pubblico coinvolgendolo nello stato delle conoscenze fino ad oggi raggiunte dagli Enti di ricerca sulla presenza e consistenza delle popolazioni di tartarughe marine dell'Alto Adriatico. Saranno presenti le diverse figure professionali operative nei casi di primo soccorso e spiaggiamento di animali in difficoltà o morti.
Questi gli interventi in programma:
  • WWF Area Marina Protetta di Miramare, Maurizio Spoto, introduzione e saluti
  • OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, Isabella D’Ambra “Aspetti di conservazione delle tartarughe marine in Mediterraneo”
  • WWF Area Marina Protetta di Miramare, Franco Zuppa: “Il caso della moria di Caretta caretta in Alto Adriatico: il ruolo del biologo ambientale nella dinamica del fenomeno di spiaggiamento: successione dei fatti e attività svolte in rete”
  • Università di Padova, Lisa Poppi: “Il ruolo dell’anatomopatologo nell’accertamento delle cause di morte: primi risultati di necroscopie e analisi veterinarie. Caso studio degli accertamenti sugli esemplari di Grado e dell’Emilia Romagna”
  • OGS - Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, Stefano Querin: “Da dove provengono le tartarughe spiaggiate in Alto Adriatico? Risultati di uno studio modellistico preliminare”
 Gli altri due incontri: 
DELFINI E BALENE IN ALTO ADRIATICO: MONITORAGGIO DELLA SPECIE E PROTOCOLLI DI INTERVENTO
MARTEDI’ 14 GENNAIO 2014, ore 16 -18
Questo secondo incontro porterà a dare una visione complessiva dello stato delle conoscenze sulla presenza di cetacei in Alto Adriatico e a capire come si integrano le azioni sinergiche di monitoraggio dei cetacei in Golfo di Trieste tra l’Area Marina Protetta di Miramare e l’associazione slovena Morigenos e come si agisce tempestivamente in caso  di emergenze per spiaggiamento di animali morti o in difficoltà.

UCCELLI MARINI IN ALTO ADRIATICO: MONITORAGGIO DELLE SPECIE 
FINE GENNAIO 2014, ore 16 -18

Ultimo incontro della serie che tratterà delle specie ornitiche protette e in particolare del Marangone dal ciuffo, oggetto di una specifica campagna promossa dall'Area Marina di Miramare per monitorarne la popolazione presente nel Golfo di Trieste nel corso delle diverse stagioni. 

Nessun commento:

Posta un commento