sabato 8 dicembre 2012

Manifestazione contro il rigassificatore: lunedì 10 dicembre alle ore 20 in porto vecchio


MANIFESTAZIONE CONTRO IL RIGASSIFICATORE
LUNEDÌ 10 ALLE ORE 20 IN PORTO VECCHIO
alla torre idrodinamica, accanto al magazzino 26
(dove hanno realizzato la biennale)
Saranno presenti il Ministro dellAmbiente Clini e il Governatore della Regione FVG Tondo
Mercoledì 28 novembre il governatore della Regione Tondo in visita a Trieste ha commentato dicendo che "i manifestanti in piazza Unità contro il rigassificatore sono 500 ma Trieste conta 200.000 abitanti, quelli che non ci sono evidentemente son d'accordo con la costruzione del rigassificatore di Zaule! Dimostriamogli che non è così!!!
PERCHÉ È IMPORTANTE ESSERCI?
Il rigassificatore che vogliono costruire a Zaule ha il compito di riscaldare il gas trasportato dalle gasiere a - 162° per farlo ritornare allo stato gassoso. Per far ciò preleva l'acqua del mare della baia di Zaule, ci aggiunge il cloro per evitare che organismi marini intacchino le tubature e alla fine del processo ributta l'acqua gelida e clorata nel mare.
In simulazione hanno visto che dopo 72 ore la temperatura dell'acqua della baia si abbasserà di 3-5°!
Ma questo impianto non viene costruito per funzionare 72 ore e basta, INFATTI questo procedimento verrà ripetuto 110 volte all'anno!
Sì proprio 110 volte l'anno, tante quante sono le navi che porteranno il gas a - 162° ogni anno a Trieste e ogni gasiera al suo arrivo interdice l'attività dell'intero porto per 2 giorni.
Un rapido calcolo: 110 x 2 = 220 cioè per 220 giorni all'anno ogni attività del porto dovrà essere sospesa.
Questo significa che questo impianto non solo avrà un impatto devastante sull'ambiente marino ma ridurrà drasticamente se non bloccherà completamente ogni attività portuale, per non parlare dei rischi di possibili incidenti dalle conseguenze catastrofiche.
ECCO QUALI LE CONSEGUENZE CERTE:
STERILIZZAZIONE DELLA VITA MARINA NEL NOSTRO GOLFO
DANNI ECONOMICI DOVUTI ALLA DRASTICA RIDUZIONE DELLATTIVITÀ PORTUALE DI TRIESTE
VERAMENTE VOGLIAMO LASCIARE CHE TUTTO QUESTO SUCCEDA?
Forse questa è l'ultima occasione che abbiamo per dimostrare che Trieste e tutti i suoi cittadini sono assolutamente contrari.
DILLO A TUTTI!                 DOBBIAMO MOBILITARCI!              NON MOLLIAMO!!!
Facciamo che lunedì 10 in porto vecchio alle ore 20 la manifestazione contro il rigassificatore sia una festa per la rinascita della città e non il suo corteo funebre ! ! !
Se vuoi approfondire questo tema scottante leggi sul nostro sito la pagina dedicata alle news sul rigassificatore e gli approfondimenti.

1 commento:

  1. Rigassificatori
    http://trieste-rigassificatore.jimdo.com
    In tema di Rigassificatori non contesto la loro utilità “ma i miei dubbi sono sul dove e sul come debbano essere realizzarli” poiché non essendo fabbriche di caramelle penso siano potenzialmente in grado di creare qualche problema sia per l’ambiente che per quello che vorremmo possa essere il futuro sviluppo della Portualità Triestina http://triestesuperporto.jimdo.com e che quindi sarebbe auspicabile un sincero e sereno approfondimento in merito anche con le vicine repubbliche di Slovenia e Croazia per verificare se ci potrebbe essere un interesse comune per realizzare/sfruttare un impianto Offshore.
    Doveroso approfondimento anche alla luce di quanto si sta facendo in giro per il mondo ed uno degli esempi più recenti è Rotterdam dove il nuovo impianto sorge in un’area appositamente riconquistata dal mare “Maasvlakte” posta all’ingresso dei bacini portuali alla foce del fiume Mosa e ben lontano da aree intensamente abitate e con i pontili orientati verso il mare aperto per consentire una rapida via di fuga in caso d'incidente.
    Brunello Zanitti Giuliano

    RispondiElimina