martedì 15 maggio 2012

“A SEA OF LOVE A SEA OF LIFE” Coin e WWF insieme per la tutela del Mediterraneo


Dal 10 maggio in vendita nei negozi Coin i braccialetti e le slogan T-Shirt il cui ricavato contribuirà alla nascita della nuova Oasi di Scivu in Sardegna


Massimiliano Rosolino - testimonial della campagna WWF

Nell’anno del mancato “Countdown blu” per la tutela delle aree marine - una scadenza internazionale talmente in ‘alto mare’ da essere posticipata al 2020 - Coin risponde all’appello del WWF per la tutela delle nostre coste e dei nostri mari. Dal 10 maggio infatti lancerà la campagna di sensibilizzazione per il Mediterraneo “A sea of love, a sea of life” per aiutare il WWF nell’ambizioso obiettivo scelto per la Festa Oasi WWF 2012 (che avrà luogo il 20 maggio): creare l’Oasi di Scivu ad Arbus in Sardegna. Un vero paradiso di dune alte sabbiose e fitta macchia mediterranea, dove sopravvivono ginepri secolari e il raro cervo sardo. Un'oasi per conservare nella sua integrità uno dei tratti di costa più' belli del Mediterraneo.

Testimonial della campagna WWF il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, la comica Teresa Mannino  e il conduttore Francesco Facchinetti.

Per sostenere il progetto Coin dedicherà al Mediterraneo e all’Oasi di Scivu ad Arbus le vetrine dei negozi di tutta Italia e realizzerà un braccialetto e una limited edition di slogan T-Shirt in cotone organico disponibili per lei (“A sea of love a sea of life”) e per lui (“Saving Environment Action”). Il ricavato della vendita e delle donazioni che sarà possibile effettuare negli store nei mesi di maggio e giugno, sarà  interamente devoluto a WWF per sostenere la nascita della nuova Oasi di Scivu ad Arbus.

Pur custodendo l’8% di tutte le specie marine, a oggi meno dell’1% del Mediterraneo è protetto e la sua salute è messa a rischio ogni giorno da inquinamento, pesca eccessiva, turismo di massa e dalla forte antropizzazione. Mentre su circa 8000 chilometri di costa italiana, meno del 30% sono ancora allo stato naturale. E la salute delle coste risente inevitabilmente della salute del mare.. Ma in quali condizioni e con quali fattori di rischio?

Anche per questo il WWF ha deciso di dedicare al mare e agli ambienti costieri la Festa delle Oasi 2012, avviando con il Progetto Scivu un nuovo ambizioso obiettivo di conservazione, da realizzare con l’aiuto di tutti www.wwf.it/oasi .



Il Progetto Oasi di Scivu ha come obiettivo la realizzazione di un’Oasi nel territorio di Scivu, ad Arbus (provincia del Medio Campidano), uno dei tratti più interessanti del litorale sardo e mediterraneo.  Grazie alla disponibilità di una delle famiglie proprietarie dell’area che ha permesso di lanciare il progetto di Oasi, il WWF intende contribuire concretamente alla tutela del territorio, oggi interessato da vari fattori di degrado e disturbo, quali il passaggio fuoripista e sulle dune dei mezzi fuoristrada; il taglio della vegetazione e in particolare degli esemplari anche vetusti di ginepro; i rifiuti sparsi e la caccia. Inoltre, con l’Oasi, il WWF vuole far vivere in maniera ecocompatibile l’area, promuovendo iniziative di educazione e sensibilizzazione e attività e servizi di fruizione sostenibili.
L’area è parte del complesso dunale denominato Scivu-Piscinas, considerato l’unico deserto costiero di tutta l’Europa. Tutta l’area è compresa all’interno del Parco Geominerario storico ambientale della Sardegna.Tra le dune di Scivu è possibile incontrare il cervo sardo, una specie salvata dall’estinzione quasi trent’anni fa grazie alla creazione dell’Oasi WWF di Monte Arcosu, nell’entroterra dell’isola, che a Scivu vede uno dei nuclei storici più vitali. Sulla spiaggia di Scivu sono state più volte ritrovate le tracce della tartaruga marina. Molti gli uccelli, tra cui il gruccione, vari passeriformi della macchia e rapaci come il gheppio, il falco pellegrino e la poiana. Presente anche il corvo imperiale. Segnalata anche la presenza di una ricca entomofauna, con Typhoeus hiostius, un coleottero Geotrupidae endemico della Sardegna. La vegetazione presente è costituita da macchia mediterranea evoluta (ginepri, olivastri, qualche leccio, ginestre, filliree, mirto). Sulla duna sono presenti il giglio di mare e orchidee di varie specie.

Giornata Oasi del WWF è la grande festa della natura italiana salvata e protetta dall’Associazione del Panda, che ogni anno apre gratuitamente al pubblico un vero mosaico di oltre 100 meraviglie naturali lungo tutto lo stivale e le isole. Moltissime le iniziative per grandi e piccoli organizzate: si esplorano boschi , montagne e paludi , si avvistano cervi e caprioli, fenicotteri e anatre selvatiche, s’incontrano tracce di lupi e lontre, si costruiscono nidi, si fotografano fiori e farfalle, si liberano rapaci e tartarughe marine curati nei centri del WWF, si seguono percorsi sensoriali di giorno e di notte, e poi spettacoli, concerti di musiche tradizionali, pic-nic all’aria aperta, mercatini biologici…  www.wwf.it/festaoasi

Nessun commento:

Posta un commento