giovedì 9 febbraio 2012

Riuso e raccolta differenziata. Un nuovo portale d’informazione del WWF Trieste.

Nei programmi del WWF Internazionale e italiano una particolare importanza ha la c.d. Footprint Strategy, una strategia per la riduzione della nostra impronta ecologica. Essa si basa su tre pilastri: Green economy (promozione di modelli economici diversi), Making better resource use choices (utilizzare meglio le risorse naturali) e Cities and consumption choices (città e scelte di consumo). In tutti un tassello fondamentale è rappresentato dall’adozione di nuovi modelli comportamentali e di gestione delle cose.
Per raggiungere questi risultati è necessario agire concretamente, sensibilizzando la comunità, dal basso,  al fine di veder realizzato un modello sociale indipendente dall’azione del governo della cosa pubblica.
Il WWF Trieste presenta oggi alla stampa un portale denominato “Sportello rifiuti” collegato al proprio sito web http://wwftrieste.blogspot.com/ e promosso in collaborazione con il Comune di Trieste.
Lo scopo dell’iniziativa è quello di informare i cittadini sulle modalità di riduzione dei rifiuti, partendo dalle possibilità di un riuso dei beni dismessi. Laddove i beni non possano essere riparati o riutilizzati e diventino, quindi, dei rifiuti deve essere favorita la loro raccolta differenziata, secondo i principi e le norme che regolano questa fase di loro gestione.
La raccolta differenziata a Trieste avviene oggi per una percentuale molto bassa di rifiuti. L’Amministrazione comunale, tuttavia, in questi ultimi mesi ha avviato alcune iniziative per il suo incremento che vanno adeguatamente pubblicizzate con indicazioni puntuali alla cittadinanza.
Il WWF Trieste vuole favorire - attraverso “Sportello rifiuti” - questa esigenza di informazione. I cittadini potranno rivolgere delle domande all’associazione e segnalare eventuali disservizi nelle fasi di raccolta. A rispondere e ad arricchire il sito provvederanno alcuni studenti che svolgono un periodo di tirocinio presso il WWF o che stanno approfondendo per la tesi di laurea questi argomenti.
Questa campagna di informazione si aggiunge, pertanto, a quelle già svolta dal Comune e da Acegas Aps, quale osservatorio “critico”  - ma allo stesso tempo propositivo - com’è nella tradizione del WWF.
A breve si inseriranno nel sito ulteriori informazioni sulle attività di preparazione al riuso che possono concorrere a rimettere in circolo dei beni dismessi, per destinarli allo stesso utilizzo che se ne è fatto in precedenza o a un uso analogo. Si tratta della selezione, pulizia, riparazione, utilizzo come componente, acquisto e vendita dell’usato.
Il riuso ha potenzialità nascoste. Ogni giorno buttiamo un’enormità di beni. Il recupero, invece, conviene a chi cede e a chi acquisisce. Si riduce, in questo modo, sia il prelievo di materie prime sia la produzione di rifiuti. Una filiera del recupero promuove condivisione e commistione di gusti e stili di vita, aumenta l’occupazione.

2 commenti:

  1. ..ma lo avere presentato e basta? non si puo' già vedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento è già attivo il modulo per le richieste d'informazioni e per segnalare eventuali disservizi. C'è inoltre un primo nucleo di informazioni sulla raccolta differenziata. Contiamo di arricchire velocemente il portale con approfondimenti su argomenti correlati al riciclo, al riuso, su come differenziare correttamente i rifiuti ecc.
      Si accede a "Sportello rifiuti" dal menu principale o dal banner collocato nella colonna a fianco.

      Elimina